Non chiamateli semplicemente “nastri adesivi”!

I Washi Tape sbarcano in Casa Cenina

Una soluzione low-cost, ma ad altissimo potenziale creativo: ecco cosa sono, in breve i “washi tapes”. Ne abbiamo selezionati tantissimi, direttamente dagli Stati Uniti, anche se la loro diffusione parte dal Giappone: il Paese dove la cura messa anche nel più minuscolo dettaglio di un manufatto è un must!

E, infatti, la parola Washi è composta dal giapponese “wa”, che significa giapponese e “shi”, che significa proprio carta.

Carta giapponese, dunque, ma fatta a mano – come avveniva proprio nella tradizione del Paese del Sol Levante – e con fibre vegetali derivate da piante tipiche della loro area, come bamboo, canapa e riso, oltre che da alberi nativi.

L’evoluzione di questa carta (usata originariamente soprattutto per l’origami) sono proprio questi nastri adesivi, che non ci sembra giusto chiamare semplicemente così, visto che – oltre che adesivi – sono fatti proprio di carta, opportunamente trattata per la decorazione di qualunque oggetto ci suggerisca la nostra fantasia.

Altra loro caratteristica peculiare è la possibilità di attaccarli e staccarli senza che lascino alcuna traccia e su qualunque superficie: del resto, si sa, la creatività implica “sperimentazione” e poter contare su un nastro adesivo decorativo con queste proprietà è un valore aggiunto, visto che offre la possibilità di “reinventare” il proprio progetto in pochi secondi e in tutta sicurezza!

La nostra selezione è composta da fantasie e colori molto vari, in nastri adesivi da 1.5 cm di altezza: la misura più flessibile, per adattarsi ai manufatti più diversi. Non dimenticare di farti un giro su YouTube, infine, per trovare davvero una marea di spunti creativi sul loro utilizzo: ti basterà digitare “Washi Tape” per aprire le porte su un mondo di meraviglie.

Alla prossima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *